Dirigente di Comunità

DIRIGENTE DI COMUNITA’

 

Un Dirigente di Comunità può prestare la sua opera nei vari tipi di comunità, asili nido, case per gestanti, soggiorni estivi, convitti, pensionati, case di riposo, refettori scolastici, mense aziendali ecc., cioè in tutte quelle numerose istituzioni a carattere formativo, educativo, medico sociale, assistenziale che, specie nel campo pediatrico, della riabilitazione, della geriatria, vanno sempre più aumentando in uno Stato moderno che vuole risolvere i delicati problemi dell’assistenza sociale.
Il Dirigente di Comunità deve saper dirigere, cioè orientare, organizzare, coordinare e controllare, ed essere quindi dotato di particolari attitudini e precisamente:
• di qualità fisiche (salute, forza, resistenza);
• di qualità intellettuali (capacità di intuire, comprendere ed apprendere, giudicare rettamente)
• di qualità morali (energia, fermezza, onestà, comprensione, spirito di sopportazione, cortesia, iniziativa, imparzialità, sensibilità, coraggio di fronte alle responsabilità).
La formulazione del programma mira alla preparazione professionale di personale destinato ad operare in un settore delicato, le cui esigenze sono specifiche e ben identificate.

Il diploma di DIRIGENTE DI COMUNITA’ dà accesso a corsi post diploma di specializzazione e a tutte le facoltà universitarie.

Durante il percorso scolastico, gli studenti di questo corso dovranno effettuare stage formativi presso varie strutture assistenziali che in caso di necessità di nuovo personale prediligono orientarsi verso figure umane già conosciute in virtù di precedenti collaborazioni.

Scarica le materie


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *